Donazioni

Sostieni la causa di Beatificazione di Suor Teresa Tambelli e quella di Canonizzazione della Beata Suor Giuseppina Nicoli. Tre buoni motivi per sostenere l’Associazione:

  • approfondire la conoscenza della Beata Suor Giuseppina Nicoli e della Serva di Dio Suor Teresa Tambelli e il loro percorso di santità;
  • sostenere la causa di beatificazione di Suor Teresa Tambelli e la canonizzazione di Suor Giuseppina Nicoli;
  • partecipare direttamente alle iniziative promosse dall’Associazione condividendone obiettivi e progetti.

Utilizza il form o telefona ai numeri:
+39 070 3423707 26 Segretariato Provinciale Figlie della Carità
+39 070 3423707 Presidente
+39 303 7149369 Segretaria

Puoi sostenere la Causa tramite:

  • erogazioni liberali
  • donazioni e lasciti testamentari

Bonifico bancario Banco di Sardegna Ag. N. 3 IBAN IT18L0101504803000070606089 Intestato a A.P.S. SUOR TERESA TAMBELLI FIGLIA DELLA CARITA’

DONA IL TUO 5 x 1000

inserisci nella tua dichiarazione dei redditi il codice fiscale: 92235550925
“A.P.S. Suor Teresa Tambelli Figlia della Carità”

Causale: Donazioni “pro Causa” o la causale dell’iniziativa che vuoi sostenere
Bonifico bancario: Banco di Sardegna Ag. N. 3 IBAN IT18L0101504803000070606089 Intestato a A.P.S. SUOR TERESA TAMBELLI FIGLIA DELLA CARITA’

BENEFICI FISCALI PER LE DONAZIONI 2019

Tutte le donazioni godono di benefici fiscali, tu devi solo scegliere se dedurre o detrarre l’importo donato. Il privato o l’impresa che effettua una donazione può decidere liberamente il trattamento fiscale di cui beneficiare. A seconda della normativa applicata alla donazione, le agevolazioni previste sono infatti differenti.

Quando sarà il momento di fare la dichiarazione dei redditi, ricorda che hai 2 opzioni:

SE PERSONA FISICA:
Hai due possibilità in base alla normativa applicata alle donazioni effettuate a favore delle ONLUS:
– detrarre dall’imposta lorda il 30% dell’importo donato, fino a un massimo di 30.000 euro (art. 83, comma 1 del D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117);
– dedurre dal tuo reddito complessivo netto le donazioni in denaro per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83, comma 2 del D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117).

SE IMPRESA:
dedurre dal reddito le donazioni in denaro per un importo non superiore a 30.000 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2, lettera h del D.P.R. 917/86); o in alternativa dedurre dal reddito complessivo netto le donazioni in denaro per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83, comma 2 del D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117).

Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, rivolgiti al tuo consulente di fiducia o al tuo CAF. Ti ricordiamo che il CAF o il tuo commercialista potrebbero richiederti una certificazione che attesti l’ufficialità di tali donazioni: conserva gli estratti conto del tuo conto corrente (bancario o postale) in caso di donazioni effettuate tramite bonifico, domiciliazione bancaria e le ricevute di versamento nel caso di donazioni effettuate con bollettino postale.

N.B. Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro.